Oriana Fallaci Cristina De Stefano libri storie di donne Donna Energia blog
Consiglio un libro

Oriana una donna

In Italia si è giunti alla quinta edizione e sono numerosissimi i Paesi in cui il libro è già stato pubblicato o è in corso di pubblicazione. L’autrice vola da una nazione all’altra per continuare a presentarlo. Io me ne sono innamorata alla primissima edizione, anzi, me ne sono innamorata alla presentazione.

Parliamo di Oriana – una Donna, di Cristina De Stefano.

Come con un classico e rassicurante “c’era una volta…”, prendendoci per mano l’autrice ci accompagna nella vita di Oriana, trasportandoci nell’atmosfera della sua infanzia. È quasi un dipinto quello con cui descrive la vista da casa Fallaci: siamo in una Firenze dell’epoca fascista, dove incontriamo per la prima volta Oriana. Non lo sappiamo ancora, ma da questo momento saremo legati a lei attraverso i suoi racconti e le sue parole; sapremo essere fieri dei suoi grandiosi successi e soffriremo per le sue stesse pene.
Non ci lascerà neppure dopo l’ultima pagina.

È una biografia dell’equilibrio. L’autrice è brava a non farsi prevaricare dal personaggio ed è voce narrante presente e non invadente. Lascia la voce di Oriana parlare da sé e di sé attraverso il virgolettato dei suoi diari e, al tempo stesso, contestualizza i fatti così che il lettore abbia sempre in mente cosa, nel mondo, accadeva in quel momento storico. Perché è nella storia che noi lettori ci troviamo.

Una piacevole alternanza tra la Fallaci pubblica che molti conoscono, ricordano e hanno “vissuto” attraverso i suoi scritti: la prima giornalista italiana reporter di guerra, con “zaino ed elmetto”; la scrittrice delle “interviste con storia”, la scrittrice della storia del suo tempo e nella storia del suo tempo e, contemporaneamente, l’Oriana privata, quella che solo i suoi affetti più cari conoscono e hanno conosciuto. Una donna, Oriana, che sa trasmettere l’emozione provata la volta in cui ebbe in mano il suo primo libro; la donna che coltiva il suo caratteraccio che è uno scudo contro chi può ferirla; la donna libera; la donna della solitudine; la donna che ama in modo profondo, struggente, viscerale, che sa di non poter vivere senza amore; la donna che non esita a lasciare il “bel mondo” e il lavoro per accudire i genitori; la donna che è capace di mettere tutta se stessa in ogni gesto, in ogni impresa, nei sogni da realizzare; la donna incapace di abituarsi alla morte; la donna che davanti agli altri non piange mai.

È una biografia che segue il ritmo di Oriana. Sin dalle prime pagine ci ritroviamo avvolti e coinvolti nella sua vita privata come dal suo percorso professionale. Una pagina chiama un’altra pagina, in un vortice veloce come lo è stato la sua vita, come lei credeva dovesse essere; veloce, perché “il tempo a disposizione in quella cosa chiamata vita” è poco.

È una biografia dalle immagini chiare, nitide, scolpite. Sembra di vedere scorrere davanti a noi la pellicola di un film tanto la descrizione degli accadimenti è precisa e il racconto pieno di suspense. Così era la sua vita: sempre col fiato sospeso e in prima linea.

Un libro per tutti. Per chi ha conosciuto ed amato Oriana Fallaci attraverso i suoi scritti; per chi l’ha considerata un personaggio scomodo, supponente, polemico; per chi di lei sa solo che è stata una grande giornalista che il mondo ci invidiava, un’inviata di guerra, una scrittrice di interviste e di libri. Un libro per chi vuole conoscerla in un ambito scevro dalle polemiche che tante volte i suoi scritti hanno suscitato, di conoscerla partendo da Oriana.

A rapirmi durante la lettura della presentazione dell’opera sul mensile Elle è stato il contatto immediato con l’umanità dell’autrice.
Gli eredi di Oriana hanno fortemente voluto fosse Cristina De Stefano ad occuparsi di questa biografia e la loro è stata davvero un’ottima scelta.

 

Simona Letizia Ilardo nasce a Enna, UmbilicusSiciliae, il 20 Maggio 1974...e qui termina il mio descrivermi in terza persona che fa tanto professionale, ma tanto distaccato. Persona più che personaggio, io sono in divenire…perché dove ero ieri non voglio essere domani. Amo la cultura in ogni sua forma ed espressione. La valigia pronta per me è sinonimo di felicità! Sono appassionata di diritto, l’ho studiato ed ho conseguito una laurea magistrale in Giurisprudenza; per me vale la locuzione latina che recita: “ubi societas, ibi ius” – dove vi è una società (civile) lì vi è il diritto. Sapere quali sono i nostri doveri civili ci insegna anche quali e quanti sono i nostri diritti, ci apre la mente alle nostre opportunità, ci insegna come salvaguardarli. La consulenza fiscale, tributaria e del lavoro sono il mio mestiere principale cui, con la passione che è nata negli anni, ho aggiunto la formazione in Comunicazione – Master Practitioner in Comunicazione PNL – e Coaching – sono "life e business coach". Il giornalismo e la scrittura il mio nuovo sogno. Le mie passioni in C: cultura, crescita, comunicazione, coaching, camminare… Donna Energia è uno dei miei progetti, uno dei progetti cui tengo di più. Credo moltissimo nel potenziale delle donne e credo che oggi sia arrivato il momento per poter trarre il meglio da quel potenziale per diventare la Donna che sentiamo di essere in noi: unica, completa, realizzata, felice.